Una colonna vertebrale fluida è Evoluzione!

Onda vertebrale attivata

Il movimento ad onde è significativo per molte ragioni. Primo è il movimento basilare dell’energia. Secondo, dato che tutti i fenomeni sono il risultato del movimento dell’ energia, tutte le cose, gli eventi e gli avvenimenti seguono un impulso ad onda (l’onda è un prodotto secondario del movimento a spirale di espansione e contrazione, yin e yang). L’oceano e le correnti d’aria, i segnali radio, i sistemi corporei i cicli della storia, ecc..sono alcuni esempi del movimento ondulatorio manifesto.

In fisica, l’onda è l’opposto complementare del corpuscolo. L’onda è vibrazione e continuum; il corpuscolo è materiale fisso. Ed anche se sembrano completamente differenti, essi sono la stessa cosa nello stesso momento. Questo è illogico, eppure costituisce la base della realtà di cui abbiamo esperienza. Anche il corpo si muove con un movimento ondulatorio, che è un impulso ereditato dall’ovulo che si muove a spirale e dallo spermatozoo che ondeggia. L’onda oscillatoria è molto importante per le nostre attività fisiche, emotive e mentali, e si esprime attraverso il Vaso Governatore/Vaso Concezione, i meridiani principali,e  la loro interazione con i diversi sistemi lungo la spina dorsale. La vibrazione ondulatoria risuona internamente, e la sua qualità influisce sul modo in cui creiamo e percepiamo la vita attorno a noi.

Lungo il percorso del Vaso Governatore abbiamo una convergenza unica di una quantità di sistemi di informazione conduttori di energia. La spina dorsale ossea, il sistema nervoso, le meningi, il fluido cerebrospinale e il Vaso Governatore si muovono tutti su e giù lungo questa area centrale o “canale centrale” sul retro del corpo. Quando questi sistemi raggiungono un libero interscambio, una persona gode di uno stato maggiore di benessere. L’impulso ondulatorio si muove liberamente. Quando vi sono interruzioni nel “canale centrale” a causa di stress o di cattivo allineamento corporeo, il nostro processo vitale comincia a manifestarlo a tutti i livelli. L’onda viene ostacolata.

La Spina Dorsale, l’onda del movimento


La forma e la struttura della spina dorsale sono come un’onda materializzata.
In condizione flessibile e attiva, essa costituisce un buon esempio di corpuscolo (le vertebre) e di onda (la spina) che operano all’unisono.

La spina alloggia ed aiuta a generare il movimento ondulatorio, mentre la sua costituzione e la sua funzione ci informano sulla direzione e sullo sviluppo della coscienza. Sebbene la  spina e i suoi movimenti standard possano essere analizzati in modo geometrico, ad un certo punto essa non opera in modo logico. Secondo alcuni, non dovremmo essere capaci stare eretti e di muoversi con una struttura simile al centro del corpo.
La spina dorsale umana è perciò un esempio dell’astratto e dell’illogico reso manifesto in una forma meccanica e grazie alla propria risonanza, essa porta ad un livello di realtà questa consapevolezza.

Nel feto e nel neonato il corpo intero si muove costantemente in un’ onda, specialmente alla spina dorsale, al cranio e alla pelvi. Durante questa fase noi sperimentiamo una coscienza per lo più indifferenziata. Anche da bambini ci muoviamo ed esploriamo costantemente. Il nostro interesse è legato soprattutto al presente e la nostra percezione globale è ondulatoria; la vita sembra più fluida.

Quando diventiamo adolescenti, possiamo cominciare a fissarci nella personalità e nel bisogno di conformarci e di essere accettati. Le strutture e i concetti che ci vengono imposti cominciano ad interferire con il precedente movimento libero. Durante questa fase, cominciamo ad accumulare stress ed il nostro corpo reagisce diventando meno flessibile. Cominciamo ad assumere posture più statiche.

La nostra coscienza si concentra su cose materiali e su eventi individuali. Cominciamo a sentire la nostra vita come qualcosa che viene dal passato, con il bisogno di arrivare da qualche parte nel futuro. Il movimento vitale interrotto ed il corpo meno flessibile cominciano a creare una visione separata dell’esistenza.

Se da adulti diventiamo più rigidi nel corpo, noi sperimentiamo una separazione maggiore fra passato e futuro, e ci sentiamo legati al presente, incapaci di arrivare a quello che sentiamo essere un futuro migliore o diverso. Ci sentiamo fuori sincrono, sconnessi nei livelli e nelle diverse attività della vita.

Se il corpo riesce a mantenere un certo movimento ondulatorio durante la vita adulta, allora probabilmente ci sentiremo più sincronizzati con gli eventi della vita.

Sentiremo che c’è un movimento tra su e giù, tra successo e fallimento, che la vita non è così statica, quindi riusciremo ad accettare meglio il nostro ruolo nella via o ci sforzeremo di migliorarla. 

Quando una persona si impegna in attività di guarigione o di espansione della coscienza, una direzione completamente nuova comincia a risvegliarsi e a svelarsi.

Il corpo-mente spesso comincia a rilasciare stress e di conseguenza, le restrizioni del movimento ondulatorio del corpo cominciano ad allentarsi.

Col tempo, la persona comincia a sperimentare più movimento nella propria vita, anche se nulla cambia in modo drammatico. Più il movimento ondulatorio accellera, più la coscienza si espande, ed è l’inizio di un ciclo positivo di crescita ed integrazione.

Molte forme di lavoro sul corpo che aumentano la frequenza vibratoria sul corpo, tra cui lo yoga e la meditazione, Anukalana ad esempio  basa il suo principio  sul movimento ad onda della colonna vertebrale, accelerano questo processo.

Quando il movimento ondulatorio aumenta, esso incoraggia una maggiore integrazione della colonna vertebrale, del sistema nervoso elettrico, della pressione idraulica del fluido cerebrospinale e della conduttività del VG attraverso le meningi. Esso permette uno scambio molto più dinamico di informazioni attraverso la fascia, che viene liberata dalle restrizioni. Si crea una integrazione fra i vari strati del corpo, diventando disponibili maggiori capacità vitali e stati più alti di coscienza. La nostra sfera vitale, con il corpo come nucleo, diventa un meccanismo di trasformazione.

Il lavoro di sblocco di VG attraverso il movimento ad onda ci permette di raggiungere gli obiettivi seguenti:

  1. Ripristinare il libero scambio di informazioni
  2. Rilasciare lo stress e i relativi cattivi allineamenti compensatori nel sistema dei
    tessuti e nella struttura
  3. L’integrazione dei cambiamenti della vita, come la pubertà, i cambiamenti di
    lavoro, i cambiamenti della mezza età e di crescita spirituale.
  4. Cancellare la separazione di funzione e percezione fra corpo denso e corpo
    aurico.
  5. Riportarci in sintonia con gli obiettivi e le priorità della vita. Apprezzare il
    potenziale della vita che già si possiede.

Percezione e qualità dell’onda

Per capire l’influenza del movimento sulla nostra vita e la nostra mente, possiamo distinguere il movimento ad onda all’interno della colonna vertebrale e a livello più sottile nei canali centrali di VG/VC e nella fluttuazione longitudinale del sistema cranio sacrale, in diversi stadi:

  1. Corpo rigido–onda bloccata:
  • Al corpo (alla spina dorsale) manca il movimento ondulatorio. Solo aree isolate  si muovono lungo la schiena durante il respiro.
  • Conflitto interiore, sentirsi fuori sincrono con la vita
  • Percezione corpuscolare (statica) degli avvenimenti
  • Esperienza vitale che oscilla tra sofferenza e difficoltà
  • Fallimento, scuse – rinuncia “non riesco”
  • Scarso recupero dopo malattie o delusioni

2. Onda normale:

  • La spina dorsale si muove in un movimento ondulatorio morbido con il respiro.
  • Percezione corpuscolare con movimento.
  • Le esperienze vitali oscillano fra difficoltà e sfida, successo/fallimento.
  • Interesse per i risultati
  • Capacità di recupero medie
  • Vuole guarire star meglio migliorare la propria vita

3. Onda attivata:

  • L’onda del respiro include un movimento pelvico e occipitale; movimento del
    corpo più dinamico di quello di un’onda normale
  • Corpuscolo/onda
  • Sincronizzato con la vita, l’esperienza vitale oscilla fra sfida e opportunità
  • Trascendere successo/fallimento
  • Si considerano il processo e il risultato in modo uguale
  • Vuole guarire migliorare

4. Onda integrata

  • L’onda del respiro include il movimento occipitale e pelvico. Il movimento
    diventa più sciolto e rilassato di quello dell’onda attivata. Corpo e corpo aurico
    passano ad una frequenza pi elevata
  • Onda/corpuscolo
  • Vede materiale-spirituale come una cosa sola
  • Esperienza vitale: continuum presente creativo
  • Accetta e utilizza l’onda come meccanismo per crescere ed evolversi
  • Non giudica una cosa migliore di un’altra
  • Vede l’ordinario come straordinario
  • Dissolve il passato e vede il presente e il futuro come la stessa cosa in stati diversi di trasformazione
  • Il concettto di guarigione viene trasposto nell’attività di adattarsi alla stimolazione del movimento della propria vita

L’onda attivata e l’integrazione dei sistemi con il VG danno inizio all’attivazione dei Chakra superiori. Quando il movimento ondulatorio è attivato, cominciamo ad integrare fisicamente, emotivamente e mentalmente le esperienze e le informazioni che prima si pensava fossero disponibili soltanto se si raggiungevano stati molto elevati di sviluppo spirituale.

Tratto da “Shiatsu Shint Tai – L’evoluzione e la Sintesi della Tecnica Tradizionale di Lavoro sul Corpo” ( Soul Goodman, Edimons Ed.)

Pubblicato da Eva Ishvari insegnante di Yoga Integrale e Meditazione e Operatrice Olistica

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il suo funzionamento e per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi