L’amore è lo stato più elevato del comportamento umano, dove prevale la compassione e regna la gentilezza – Yogi Bhajan, 7 luglio 1987

E’ tempo di pensare al nostro Cuore con il Kundalini Yoga !!!

Cari Yogini, vi proponiamo una tecnica del Kundalini Yoga per prendersi cura del nostro Cuore curando le nostre ferite emotive.

Il Cuore è l’organo che energeticamente porta il maggior carico durante la stagione estiva.

Tutti gli organi del nostro corpo sono importanti, ma i saggi del passato parlano del Cuore come l’organo più importante: vedevano il nostro corpo come l’intero impero e gli organi come delle cariche di un esercito che si occupava di tenere un impero integro e in ordine.

I testi sacri della Medicina Tradizionale Cinese recitano: “Il Cuore ha la carica di signore e maestro ed emana lo splendore degli spiriti”, cioè controlla le nostre essenze vitali, le forze sottili che tengono in piedi la nostra fisiologia.

“Quando il Maestro (ovvero il cuore) diffonde la sua luce, i sudditi sono tranquilli.

Un tale modo di prendersi cura della vita procura la longevità di generazione in generazione e l’Impero sotto il Cielo (il Corpo sotto la guida della forza dell’Anima) risplende di una grande luce”.

Prendersi cura del cuore in questo cambio di stagione è quindi particolarmente utile.

Con lo Yoga, possiamo lavorare sull’organo fisico (promuovendone la funzione meccanica) o sul corrispettivo energetico sottile (il cuore è intimamente collegato al nostro campo elettromagnetico e al quarto chakra).

Il Kundalini Yoga ci mette a disposizione delle semplici tecniche per prenderci cura dell’energia sottile del nostro Cuore, per elaborare le ferite emotive con cui spesso reagiamo agli eventi della vita e delle relazioni e per ripristinare il  nostro stato di armonia, amorevolezza e gioia naturale, sollevando la fisiologia organica dallo stress emotivo che queste condizioni dolorose possono causare.

L’emotività equilibrata e bilanciata è una delle chiavi della nostra salute generale.

Ricordiamoci che ad ogni emozione che proviamo, positiva o negativa, corrisponde un mix neurochimico di sostanze che vengono riversate nel sangue e hanno un impatto sulle cellule cerebrali e di tutto il corpo.

Quanto più positive sono le nostre emozioni, tanto più il metabolismo cellulare sarà sano e noi ci sentiremo bene e saremo protetti dalle malattie organiche.

Ecco una semplice meditazione per riportare in equilibrio il nostro cuore riportando in armonia il nostro quarto chakra, che può essere colpito o ferito dalle esperienze della vita: una perdita seria, una relazione che procede dolorosamente, una separazione, difficoltà relazionali, rabbie, amarezze, incomprensioni, aspettative deluse….

Tutto ciò si traduce in ferite, dolore, risentimento, amarezza che non sono gestibili solo con il cervello perché il cervello non riesce a interpretare i messaggi neurologici del cuore e non riesce ad intervenire in modo efficace, quindi queste ferite rimangono spesso irrisolte, con un senso anche di impotenza.

Meditazione per curare le ferite emotive

Sedetevi in posizione facile (per terra a gambe incrociate) e con la schiena dritta, oppure su una sedia. Unite i palmi delle mani tra loro,  premendoli l’uno contro l’altro, nella posizione della preghiera, con i polsi piegati a 90° e braccia parallele al suolo.

Sollevate questo mudra (posizione delle mani) in modo tale che la punta delle dita medie sia più o meno davanti al vostro terzo occhio (il punto tra le sopracciglia).

Rimanete nella posizione respirando lentamente e profondamente, iniziando con 7 minuti e portandovi poi a 11 minuti o più (fino a 62 minuti).

Alla fine della meditazione inspirate, espirate e distendete le braccia verso l’alto, sempre con le mani in posizione di preghiera con i palmi premuti fra loro.

Rimanere in questa posizione respirando lungo e profondo per altri 2 minuti.

Con Amore,

Devmurti & Khem

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il suo funzionamento e per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi